Beer & Food

Tutte le volte che capita di partecipare (o organizzare) ad un corso di cultura birraria è ormai di prammatica “imbattersi” in una serata nella quale si parla dei possibili abbinamenti fra la birra ed il cibo. Se ne è accorta anche la grande ristorazione, della curiosità cioè con la quale sempre più frequentatori dei ristoranti sono disponibili ad abbinare la birra (e non più solo ed esclusivamente il vino) alle varie pietanze del menù. In ultimo, anche la produzione industriale (italiana e non solo), dopo quella artigianale, ha iniziato a creare prodotti ad hoc, andando a colmare un vuoto fino ad oggi presente nella carte dei vini/bevande della ristorazione. L’intreccio, quindi, fra birra e cibo si fa sempre più stretto, per fortuna, a volte basato su principi desunti da un puro e semplice fai da te, altre invece regolato da una tecnica precisa e puntuale. Il post di questo inizio settimana vuol rendere conto di tre diversi modi attraverso i quali avvivicnarsi al (fantastico!) mondo degli abbinamenti fra il cibo e la birra, con le relative risorse on-line: l’impostazione generale del “problema” declinata poi in numerosissimi esempi specifici, la birra e la cucina di eccellenza, la birra e la cucina di tutti i giorni.

La “teoria” generale

La tabella sinottica (craft beer and food pairing chart) che si può scaricare dal sito dell’American Brewers non è altro che un piccolo/grande segno dell’attenzione che il mondo birrario americano (forse il più attento e motivato in questa direzione) rivolge a questo particolare aspetto legato alla produzione e vendita della birra. Ancora più “spettacolare” ed enciclopedica è la sezione beer sommelier del sito americano Great Brewers, dietro al quale c’è la L. Knife & Son Company, una delle maggiori compagnie di distribuzione di birre al mondo. Pur non dovendo prendere per oro colato tutto ciò che viene squadernato su questo sito, comunque ottimamente organizzato per categorie alimentari (carne, pasta, formaggi …), la quantità di informazioni è enorme, gli accostamenti proposti quasi sempre condivisibili, la grafica (valore aggiunto!) semplice, lineare, godibilissima. Un vero e proprio must, questo sito, un esempio per tutti coloro che vogliono fare anche divulgazione. Lo stesso giudizio non mi sento di dare per il sito italiano, promosso e sponsorizzato da Assobirra, Birragustonaturale, una sezione del quale è dedicata ad abbinamenti birro/cibo.  Nonostante alcune importanti collaborazioni, mi sembra che il sito non sia poi decollato più di tanto, anche perchè i consigli/suggerimenti che vi si trovano sono abbastanza generici e lasciano un po’ il tempo che trovano.

La birra e la cucina d’eccellenza

Avevo già parlato, lo ricordavo all’inizio, dei ristoratori d’eccellenza e della fornitissima carta delle birre che si possono trovare in alcuni di questi locali. Il sito americano curato da Charlie Papazian, Beer Examiner, riporta la cronaca di un interessantissimo esempio di abbinamento birra/cibo, in “competizione”, questa volta, con il vino, abbinato alle stesse pietanze. Il luogo della disfida è stato il ristorante messicano Pujol, uno fra i primi 1oo (71° per la precisione) miglior ristoranti del mondo, che ha, fra l’altro molte birre nella propria carta. Sollecitato in questo dal titolare di uno dei birrifici messicani presenti nella carte del ristorante, il patron dello stesso ha organizzato un avera e propria disfida fra birra e vino: entrambi si sono dovuti misurare con 6 diverse portate, per le quali una serie di esperti aveva individuato in precedenza i singoli abbinamenti, sia per il vino che per la birra. I giudici ufficiali di questa sfida sono stati poi 12 persone, scelte con cura fra amici ed esperti dell’entourage del ristoratore e del birraio, che hanno espresso il prorpio giudizio sull’efficacia dei singoli abbinamenti. Il tabellino finale, qui a fianco riportato,  ha sancito la sostanziale parità finale (37 a 37) fra vino e birra, con due vittorie singole per parte e due pareggi. Pur tenendo conto della singolarità dell’evento, un risultato comunque significativo, segno dell’elevato livello qualitativo (pari o quasi a quello del vino) che ormai la birra ha raggiunto.

La birra e la tavola di tutti i giorni

Un esempio classico, semplice e molto “visivo” dei posibili abbinamenti che la birra può trovare con i formaggi, che sono spesso sulla nostra tavola di tutti i giorni, ce lo fornisce il bel post che è comparso pochi giorni fa sul blog belga Bierblog. L’amico William Roelens ci fornisce i riscontri anche fotografici di una serata nel quale un noto degustatore belga ha proposto vari titpi di possibili abbinamenti, fra birre molto conosciute e varie tipologie di formaggi. Ne sono venute fuori le coppie Ezel witte e mozzarella nostrana, Gueze Mariage Parfait di Boon e formaggio fresco di capra, Saison De Cazeau e formaggio grigliato, Rodenbach Gran Cru e l’erborinato francese Fourme d’Ambert, Enfant Terriple con i francesi Morbier e Livarot, XX Bitter e parmigiano, Het Kapittel Prior e feta greca etc. etc. Una bella serie di interessanti ed utili indicazioni …

One Response to “Beer & Food”

Lascia un commento